Core Web Vitals – la UX reale entra nel sistema ranking di Google

Gli aggiornamenti di Google sono sempre più orientati a favore dell’UX. Google Page Experience Update premia le pagine ottimizzate per le persone anziché per i motori di ricerca. Scopri di più!

Quando si naviga su internet, soprattutto da mobile, non c’è niente di più fastidioso e scoraggiante dell’atterrare su una pagina e dover aspettare a lungo che i contenuti si carichino completamente: quando si prova a cliccare su un link o ingrandire una foto si ha la sensazione che qualcosa non funzioni o, peggio ancora, mentre si legge un testo si perde continuamente il segno perché le parole cambiano posizione, balzando da un punto all’altro dello schermo.

Google persegue l’obiettivo di aiutare le persone a trovare le informazioni che cercano in modo rapido ed efficace. Per questo motivo a maggio 2021 è stato introdotto Page Experience Update, l’aggiornamento che rende i Core Web Vitals parametri di valutazione per la qualità delle pagine, in termine di fruizione da parte degli utenti, influendo sul posizionamento SEO.

Il ranking non si baserà solo su statistiche raccolte dalle simulazioni dei tools ma i dati saranno reali, basati su parametri che hanno come punto di riferimento le esperienze di chi naviga sul browser e i comportamenti che ne derivano. Insomma, Google dà sempre più importanza alla User Experience, confermando la tendenza a rendere il web un posto pensato per essere abitato dalle persone.

Argomenti dell’articolo:

  1. Cosa sono i Core Web Vitals
    1. Largest Contentful Paint 
    2. First Input Delay
    3. Cumulative Layout Shift
  2. Opportunità dell’ottimizzazione UX e SEO

Cosa sono i Core Web Vitals

I Web Vitals sono parametri che misurano comportamenti ed esperienza delle persone quando navigano sulle pagine. Tra questi ci sono tre parametri principali che Google indica come “Core”: velocità di caricamento dell’elemento principale della pagina, tempo di risposta del server alla prima attività dell’utente e stabilità degli elementi della pagina.
Questi indicatori erano già stati implementati ed erano misurabili coi tool a disposizione dei SEO Specialist, ma ora sono anche fattori di ranking.

Largest Contentful Paint

Largest Contentful Paint dei Core Web Vitals

LCP è l’acronimo di Caricamento Elemento Principale della pagina e misura quanto tempo la pagina impiega a caricarsi, prendendo come punto di riferimento il contenuto più grande al suo interno, in base ai pixel. Il tempo ottimale è di 2,5 secondi, per assicurare al visitatore un’esperienza positiva e permettere l’accesso agile e immediato ai contenuti. Se il caricamento della pagina “above the fold” supera i quattro secondi viene considerato troppo lento, ma è consigliato intervenire con un’ottimizzazione già quando vengono superati i 2,5 sec.

First Input Delay

First Input Delay dei Core Web Vitals

Il FID è il ritardo della prima interattività, misura il tempo di risposta del browser dal momento in cui l’utente effettua la prima interazione sulla pagina. Le tempistiche migliori sono stimate entro i 100 millisecondi, perché periodi lunghi di reazione fanno pensare a un malfunzionamento e influiscono negativamente sull’interesse delle persone. Infatti gli utenti posti davanti ad attese che superano i 100 millisecondi tendono ad abbandonare la pagina, insoddisfatte dell’esperienza di accesso ai contenuti, restituendo così un feedback negativo. Oltre i 300ms la reattività diventa problematica e si incorre nel rischio di subire penalizzazioni.

Cumulative Layout Shift

Cumulative Layout Shift dei Core Web Vitals

CLS, cioè la Stabilità Visiva del Caricamento, misura i cambiamenti del layout mentre gli elementi della pagina vengono caricati. Assegna un punteggio in percentuale per ogni movimento non previsto del layout, causando lo spostamento di testi, immagini, box. Movimenti che rendono difficoltosa la fruizione della pagina tanto da spingere le persone ad abbandonarla. I parametri vanno dallo 0 all’1, dove la condizione ideale sia inferiore allo 0,1 e diventa necessario intervenire con un’ottimizzazione in caso questa soglia venga superata.

Opportunità dell’ottimizzazione UX e SEO

Migliorare le performance della pagina seguendo questi parametri può portare dei benefici tangibili al proprio sito e di conseguenza all’azienda. Questo perché si lavora in modo specifico sui miglioramenti di SEO e UX.
La SEO (Search Engine Optimization) permette di aumentare la visibilità del sito, migliorando la posizione nelle classifiche dei motori di ricerca, con risultati organici. La User Experience misura la soddisfazione delle persone quando fruiscono delle nostre pagine web, lavorando strategicamente per fidelizzare e migliorare le vendite.
Maggiore visibilità e fidelizzazione degli utenti si traducono in un miglioramento del customer journey e di conseguenza del ROI (Return On Investment).

Il customer journey è letteralmente il percorso che il cliente compie dal momento in cui entra in contatto per la prima volta con le comunicazioni di un brand fino a concludere l’acquisto e diventare cliente a tutti gli effetti. Si tratta di un percorso multicanale, che trova una svolta importante all’interno del sito web. Se le pagine in cui atterrano le persone sono ben strutturate, fruibili con facilità e rassicuranti a ogni passaggio, diventano strumento di conversione, che può essere la persuasione all’acquisto in un negozio fisico o la conclusione di un ordine on line.

Inoltre sul sito web è possibile calcolare con precisione qual è stato l’effettivo ritorno dell’investimento fatto e più persone verranno coinvolte positivamente dai nostri contenuti e accompagnate fino alla conversione, maggiore sarà la percentuale del ROI e dunque del guadagno.
Questi aggiornamenti sono un’ottima occasione per ottimizzare il proprio sito con una strategia strutturata e per posizionarsi al meglio nella SERP.
Approfitta di questo momento ideale per fare una valutazione del tuo sito, valorizzarne i punti di forza e correggere le impostazioni che in questo momento ostacolano il migliore posizionamento.

Contattaci per una consulenza!

Restiamo in contatto!

Facendo clic sul pulsante qui sotto, si consente a Welcome Digital di archiviare e utilizzare le informazioni per fornire il contenuto richiesto.